fbpx

I sindaci del Veneto chiedono incontro con Conte: “Questa è la fase 1 bis”

I sindaci delle città capoluogo della Regione Veneto si sono nuovamente riuniti in videoconferenza in seguito all’annuncio del DPCM da parte del premier Conte. L’intento è quello di incontrare personalmente il Giuseppe Conte a fronte di una grande delusione per le ultime disposizioni in materia di Coronavirus. “Ho colto – racconta il sindaco di Vicenza Francesco Rucco – un’insoddisfazione generale da parte di tutti i colleghi in merito ai contenuti dell’ultimo provvedimento presentato dal premier Conte. Sta crescendo la volontà di creare un’azione congiunta per chiedere un decentramento per il Veneto, una Regione che ha peculiarità quasi uniche in Italia, in accordo con il governatore Zaia”.

I sindaci della Regione Veneto chiedono urgentemente di parlare con Conte

Il primo cittadino di Vicenza raccoglie la richiesta delle imprese della Regione Veneto per la riapertura: “Siamo pronti a studiare insieme le soluzioni necessarie che possano portare all’apertura di attività produttive ed economiche extra ATECO e all’apertura anticipata di bar, ristoranti, estetiste e parrucchieri. Vogliamo fare in modo che venga scongiurata l’ecatombe di tanti piccoli imprenditori di questi settori che, se non riapriranno quanto prima, sono destinati a scomparire. Allo stesso tempo vogliamo garantire la sicurezza di tutti e risolvere le questioni legate alla gestione dei figli di genitori lavoratori e al trasporto pubblico locale che va assicurato a tutti. Per questo stiamo studiando un documento che vada a coniugare tutte le esigenze con le criticità che stanno emergendo”.

Le tensioni sociali iniziano ad essere palpabili: diversi imprenditori hanno attivato flash mob e iniziative per protestare contro le indicazioni del Governo. Per questo i sindaci di VeneziaPadovaTrevisoBellunoVicenza e Rovigo hanno dato mandato a Mario Conte, primo cittadino di Treviso e presidente Anci Veneto, di chiedere un incontro con il Governo della massima urgenza.

I sette sindaci della Regione Veneto chiedono aiuto per le aziende

“Noi veneti siamo stati i migliori alleati del Governo durante l’emergenza sanitaria e abbiamo la serietà e la competenza amministrativa per sapere di cosa hanno bisogno le nostre aziende e le nostre famiglie. Chiediamo al premier, Giuseppe Conte, di ascoltarci e di fidarsi di noi, lasciando al Veneto – conclude il sindaco – la possibilità di fare ciò che è necessario per far ripartire una delle locomotive del Paese”. Il sindaco di Verona, Federico Sboarina, aggiunge a riguardo:  “Chiediamo di parlare direttamente con il primo ministro Conte. Noi sette sindaci capoluogo del Veneto vogliamo che ci sia data la possibilità di portare, con la guida della Regione, i nostri territori fuori dall’emergenza economica in tempi rapidi e con misure efficaci”.



Lascia un commento