fbpx

Imprenditore Veneto di Vo’: “Il governo ci tolga le tasse della quarantena”

Michael Toniolo è uno dei tanti titolare di aziende in Veneto, che si è trovato faccia a faccia con la crisi del Coronavirus. L’imprenditore racconta l’esperienza della sua azienda vitivinicola in un’intervista a Veneto Vox. Titolare dell’azienda “Parco del Venda”, Toniolo coltiva circa una cinquantina di ettari di vigneto, ubicati nella zona Doc del Parco Regionale dei Colli Euganei, fra i comuni di Cinto Euganeo, Galzignano Terme e Vo’.

Imprenditore veneto: “Seicento euro alle partite Iva significa prenderle in giro”

Con una produzione di 350 bottiglie l’anno e 15 collaboratori Michael Toniolo si è trovato da subito in zona rossa: “All’inizio abbiamo vissuto una situazione da film, siamo passati, dal giorno alla notte, da una situazione normale a una situazione a dir poco complicata, anche a livello mentale. Anche per tutti gli aspetti riguardanti l’azienda, con i nostri collaboratori impossibilitati a recarsi al lavoro”.

L’imprenditore racconta lo scontento di un’intera categoria in Veneto:Dare seicento euro alle partite Iva significa prenderle in giro, perché un’azienda come la mia, anche se rimane chiusa, ha dei costi vivi di gestione. Basti pensare all’energia necessaria per refrigerare il vino e alle altre lavorazioni. Io non voglio i seicento euro. Voglio che il governo mi tolga le tasse sul periodo che non ho monetizzato. Che mi tolga, ad esempio, l’Iva sulla corrente elettrica, che mi metta nelle condizioni di non pagare l’assicurazione o il bollo auto dei mezzi aziendali nel periodo di stop. Gli imprenditori non li freghi con lo specchietto per le allodole…”. La speranza non manca: se aziende, hotel e ristoranti non hanno la possibilità di acquistare vino, i privati continuano a consumarne e anzi, sono in aumento gli ordini con consegne a domicilio. La domanda, anche per Michael Toniolo, rimane quella di sempre: usciremo da questa crisi? E come?

 

L’imprenditore veneto ha le idee chiare, affidarsi alla qualità e al buon prodotto Made In Italy:In questi momenti la qualità paga sempre. Tutto sommato, il Veneto offre prodotti di altissima qualità a prezzi abbordabili, che manterranno il loro spazio nel mercato. Anzi, c’è chi in questo contesto è spinto a produrre ancora di più, per fare nuovo business”. Imprenditori e partite Iva di tutta la Regione Veneto si stanno unendo con Riparti Veneto, una rete d’impresa digitale, proprio per incentivare la cooperazione e la ripartenza a partire dai prodotti del territorio. Sarà questa la chiave di volta per uscire dalla nuova Crisi Coronavirus?



Lascia un commento